Telegram vs Apple. Gli IPhone sono medievo. Parola di Durov

Pavel Durov scatenato contro Apple

Affondo pochi minuti fa decisamente poco diplomatico del papà di Telegram Pavel Durov. Del resto Pavel ci ha abituati ad una certa dose di bollente sincerità. Nelle dichiarazioni di oggi, condivise all’interno del suo canale personale, Durov ha duramente criticato Apple, le sue strategie ma anche – e qui forse l’attacco più pesante – i suoi prodotti tecnologici.

Sei su UpGogram, il primo blog italiano dedicato esclusivamente a Telegram. Se cerchi altri post come questo iscriviti al nostro Canale Telegram e discuti con gli altri follower delle novità della piattaforma. Il link del canale Telegram è questo: https://t.me/upgogram

Un Pavel Durov ancora una volta molto poco diplomatico che attacca Apple andando a commentare un’inchiesta importante del New York Times che rivelerebbe un imbarazzante accordo tra il gigante Apple e il Governo Cinese. Ma al di là della libertà d’espressione, tema molto caro al team di Telegram, l’altro vero fronte di scontro è l’oligopolio sugli store. Telegram è sul piede di guerra e sta cercando di rendersi sempre più indipendente rispetto ai colossi Apple e Google chiedendo ai propri utenti di effettuare il download dell’app direttamente dal sito web di Telegram anziché passare dagli store di riferimento. Un braccio di ferro importante che sicuramente caratterizzerà le manovre di Telegram da qui ai prossimi mesi. Ne abbiamo scritto ampiamente qui su UpGogram.

Intanto però vi lasciamo alle parole, davvero toste, di Durov nel suo ultimo update:

Il New York Times ha scoperto (https://www.nytimes.com/2021/05/17/technology/apple-china-censorship-data.html) che Apple è coinvolta nella sorveglianza e nella censura su larga scala per volere della Cina . È triste, ma non sorprendente: le grandi aziende tecnologiche spesso scelgono i profitti rispetto alle libertà.

Apple è molto efficiente nel perseguire il proprio modello di business, che si basa sulla vendita di hardware obsoleto e troppo costoso ai clienti bloccati nel proprio ecosistema.

Ogni volta che devo usare un iPhone per testare la nostra app iOS mi sento come se fossi catapultato nel Medioevo. I display a 60 Hz dell’iPhone non possono competere con i display a 120 Hz dei moderni telefoni Android che supportano animazioni molto più fluide.

La parte peggiore della tecnologia di Apple, tuttavia, non sono i dispositivi più pesanti o l’hardware obsoleto. Possedere un iPhone ti rende uno schiavo digitale di Apple: puoi utilizzare solo app che Apple ti consente di installare tramite l’App Store e puoi utilizzare iCloud di Apple solo per nativamente eseguire il backup dei dati.

Non c’è da stupirsi che l’approccio totalitario di Apple sia così apprezzato dal Partito Comunista Cinese, che – grazie ad Apple – ora ha il controllo completo sulle app e sui dati di tutti i suoi cittadini che si affidano agli iPhone.

Leggi anche quali sono i migliori Canali Telegram da seguire e come pubblicare contenuti su Telegram usando Telegraph

Un commento su “Telegram vs Apple. Gli IPhone sono medievo. Parola di Durov”

  1. Come non dargli ragione? Chissà quali e quanti strali gli addosseranno per aver detto la semplice verità.

    Rispondi

Lascia un commento